Green VisionSmart Vision

Le infrastrutture del futuro

Sviluppare soluzioni innovative capaci di rendere le infrastrutture più sostenibili. È l’obiettivo del progetto europeo LIAISON

Redazione VISIONJ

Le infrastrutture, come è noto, determinano impatti ambientali elevati a causa dell’uso dei materiali, della produzione di rifiuti e delle emissioni di CO2. Per raggiungere gli obiettivi europei di sostenibilità diventano così necessarie nuove conoscenze e soluzioni. Una sfida che LIAISON, progetto europeo lanciato di recente, affronta adottando un approccio olistico.

Come sottolineato dal suo coordinatore, David Garcia Sanchez (Tecnalia), durante il primo incontro a Bilbao lo scorso 23 maggio, “l’Europa, per ragioni climatiche, energetiche e di sostenibilità, deve muoversi verso un sistema di trasporto rinnovabile al 100% nel 2050 e al 50% nel 2023”. L’obiettivo di LIAISON è di sviluppare soluzioni che coprano l’intero ciclo di vita delle infrastrutture di trasporto, il cui “design” può influenzare e limitare le emissioni complessive in tutte le fasi dell’opera: costruzione, manutenzione, funzionamento e dismissione.

Il progetto mette l’accento sull’enorme potenziale della stessa infrastruttura per quanto riguarda la generazione di risorse: gran parte dei rifiuti attualmente prodotti negli interventi sulle infrastrutture possono essere infatti riutilizzati e riciclati per creare nuovi materiali e prodotti da costruzione.

Allo stesso modo, esiste un enorme potenziale non sfruttato per implementare sistemi di generazione di energia rinnovabile, insieme a soluzioni di recupero e risparmio energetico. Il progetto LIAISON mira a sviluppare una metodologia, nonché strumenti di supporto e soluzioni tecnologiche vicine al mercato, per trasformare le infrastruttura UE in campi di attività economica più sostenibili e a bassa emissione di carbonio.

Soluzioni, siti prova e metodologia

Il consorzio LIAISON (i suoi esponenti nella foto di gruppo in alto di Sergio Buscio) è attrezzato per portare a termine tutti i compiti prefissati: comprende infatti attori chiave della catena del valore delle infrastrutture, membri di importanti platform nazionali, comunitarie e internazionali, imprese, associazioni e gruppi di esperti, leader altamente qualificati nei loro settori di attività (tra gli altri, vi è coinvolto anche il Ministero dei Trasporti spagnolo MITMA).

Congiuntamente, verranno così sviluppate innovazioni come travi sostenibili intelligenti, pavimentazioni stradali rigide e ballast migliorati; bio-asfalti e sistemi intelligenti di ispezione della pavimentazione; sistemi di controllo intelligenti delle gallerie e barriere di sicurezza fotovoltaiche. Le tecnologie saranno quindi testate in siti ad hoc (strade e ferrovie) in Spagna, Polonia, Slovenia e Italia.

Infine, per garantire l’implementazione di soluzioni tecniche in grado di cambiare i paradigmi nel settore, LIAISON intende sviluppare un quadro di governance (Dynamic Multi-Infrastructure Governance Framework-DMIGF) che attivi, articoli e monitori il rispetto dei principi dell’economia circolare per tutta la vita del l’infrastruttura. Le validazioni delle specifiche soluzioni effettuate nei siti demo, seguendo la “metodologia LIAISON”, forniranno feedback a DMIGF per le successive messe a punto.

ENGLISH EDITION

Future infrastructure solutions

Moving towards a more sustainable transport infrastructure: this is the goal of the European LIAISON project

It is well known that transport infrastructure has a very high environmental impact due to its material use, waste production and CO2 emissions. To achieve the European sustainability goals, new knowledge and technical solutions for this sector are needed. In this context, the recently launched LIAISON takes a holistic approach to tackle this challenge. 

As remarked by the project coordinator, Dr. David Garcia Sanchez (Tecnalia), during the project’s first meeting in Bilbao last 23 May, “Europe must move towards a 100% renewable transportation system for climate, energy and sustainability reasons in 2050 and 50% in 2023”. LIAISON’s goal is to develop solutions that cover the whole life cycle of transport infrastructure (TI). Its design can influence and limit the overall emissions: from construction, maintenance, operation and decommissioning in a digital environment for next future TI. 

The project considers the huge potential of the same infrastructure for resource generation: much of the waste currently produced in transport infrastructure interventions can be reused and recycled to create new construction materials and products. Likewise, there is a huge unexploited potential to deploy renewable energy generation systems along with energy recovery and saving solutions. The LIAISON project aims to develop a methodology, support tools and close-to-market technological solutions to transform EU transport infrastructure into a more sustainable and low carbon economic activity.  

Technologies, demo sites and methodology

The consortium (its members in the top group pic by Sergio Buscio) is well equipped for the tasks at hand: it includes key players of the transport infrastructure value chain, members of prominent national, EU and international platforms, networks, associations, and expert groups, and highly qualified and leaders in their sectors of activity. Among the other entities, also the Spanish Ministry of Transportation (MITMA) is involved. 

Together, they will develop innovations such as smart sustainable beams, rigid road pavements and improved ballast; bioasphalts and smart pavement inspection system; intelligent tunnels control system and photovoltaic guardrails. These will be demonstrated in different demo sites (roads and railways) located in Spain, Poland, Slovenia and Italy. 

Finally, to ensure the implementation of paradigm-shifting technical solutions in the sector, LIAISON wants to develop a governance framework (as the Dynamic Multi-Infrastructure Governance Framework -DMIGF) that activates, articulates and monitors compliance with circular economy principles throughout the life of the infrastructure. 

Validations of specific solutions will be undertaken on the DEMO sites, following the LIAISON methodology, and will provide feedback to DMIGF for finetuning and updating.

Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter